Coltivazioni cerealicole


L'adattabilità pedologica ed ambientale delle diverse specie cerealicole permette la presenza delle coltivazioni in numerosi areali della nostra regione. In particolare si può affermare che tutto il territorio campano è interessato da tale tipo di coltivazione, in quanto anche nel napoletano, strutturalmente ed economicamente caratterizzato da coltivazioni intensive, la coltura del mais trova il suo spazio all'interno delle rotazioni aziendali.
Ambienti cerealicoli campani tipici per tradizione e per caratteristiche agro-economiche sono gli areali interni delle province di Avellino e Benevento, dove è garantito non solo l'ottenimento di produzioni quantitativamente soddisfacenti, ma una qualità della granella che soddisfa le aspettative delle industrie di trasformazione e lavorazione.
Nella provincia di Avellino le aree maggiormente interessate sono l'Ufita e Alta Irpinia, mentre nella provincia di Benevento le zone maggiormente vocate sono quelle dell'Alto Tammaro, del Titerno e del Fortore; in entrambe le province la maggior parte delle aziende è interessata dalla coltivazione del frumento duro.
In provincia di Caserta le superfici investite sono interessate soprattutto dalla coltivazione del mais, a causa della vocazionalità zootecnica della zona; frumento duro e tenero si equivalgono pressoché per superfici e produzioni ottenute. Il territorio dell'intera provincia è interessata dalle coltivazioni, ed in particolare le aree a investimenti maidicoli sono quelle del Monte S. Croce, l'area Teanese, la Sessana, la Casertana e l'Aversana. Il frumento si ritrova particolarmente nelle zone del Matese e Monte Maggiore Caiatina.
Per la provincia di Salerno, le zone a maggiore sviluppo cerealicolo sono: l'Alto e medio Sele, Tanagro, Alburni, Calore Salernitano e Vallo di Diano. I maggiori investimenti sono a frumento tenero, seguiti da frumento duro e mais.
La coltivazione dell'orzo è distribuita in misura proporzionata nelle aree cerealicole delle province di Avellino, Benevento e Salerno; investimenti inferiori si rilevano in provincia di Caserta.
Nelle tabelle 1,2 e 3 sono riportate le superfici investite e le relative produzioni delle tre specie oggetto di intervento da parte dei servizi di sviluppo agricolo - frumento duro, frumento tenero ed orzo - nel periodo dal 1997 al 2002; nella tabella 4 sono riportate le superfici investite a mais nel 2002.

tab.1 Superfici e produzioni di frumento duro in Campania (1997-2002)

 

Avellino

Benevento

Caserta

Napoli

Salerno

Campania

anno

Sup.

ha

Prod.

t

Sup.

ha

Prod.

t

Sup.

ha

Prod.

t

Sup.

ha

Prod.

t

Sup.

ha

Prod.

t

Sup.

ha

Prod.

t

1997

32.200

75.055

22.100

62.897

7.170

23.735

85

422

7.640

16.184

69.195

178.294

1998

33.270

97.439

22.100

74.950

5.870

19.530

80

400

7.985

17.044

63.305

209.363

1999

33.630

100.129

23.050

78.905

5.640

19.220

86

430

7.985

17.044

70.391

215.930

2000

33.710

79.739

23.250

78.140

4.840

16.653

82

410

6.803

19.807

68.685

194.749

2001

33.610

84.172

25.900

65.920

4.785

16.953

80

399

6.850

19.455

71.225

186.899

2002

33.280

93.178

25.800

90.480

4.032

16.953

59

289

6.540

18.966

69.711

219.866

tab.2 Superfici e produzioni di frumento tenero in Campania (1997-2002)

 

Avellino

Benevento

Caserta

Napoli

Salerno

Campania

Anno

Sup.

ha

Prod.

t

Sup.

ha

Prod.

t

Sup.

ha

Prod.

t

Sup.

ha

Prod.

Sup.

ha

Prod.

t

Sup.

ha

Prod.

t

1997

14.680

37.821

10.250

34.530

5.400

18.439

-

-

9.060

20.988

39.390

111.778

1998

14.380

45.095

10.000

38.130

4.480

15.208

-

-

9.065

21.069

37.925

119.502

1999

14.050

43.698

10.000

39.030

4.130

14.477

-

-

8.620

20.231

36.800

117.436

2000

13.560

32.093

8.400

33.600

4.070

14.230

-

-

8.730

23.325

34.760

103.241

2001

12.570

34.046

5.000

15.340

4.030

13.242

-

-

7.010

18.200

28.610

80.828

2002

10.160

30.354

4.600

18.240

3.285

13.242

-

-

5.950

17.850

23.995

79.686

tab.3 Superfici e produzioni di orzo in Campania (1997-2002)

 

Avellino

Benevento

Caserta

Napoli

Salerno

Campania

Anno

Sup.

ha

Prod.

t

Sup.

ha

Prod.

t

Sup.

ha

Prod.

t

Sup.

ha

Prod.

T

Sup.

ha

Prod.

t

Sup.

ha

Prod.

t

1997

5.430

16.795

4.780

19.872

1.110

3.695

-

-

2.100

2.970

13.420

43.332

1998

5.580

17.913

4.780

20.257

900

2.956

-

-

2.100

2.970

13.360

44.096

1999

5.690

19.140

4.780

20.032

840

2.851

-

-

1.900

3.828

13.210

45.851

2000

5.610

13.604

4.840

19.502

855

2.909

-

-

1.740

3.680

13.045

39.695

2001

5.570

17.095

4.560

15.582

844

2.902

-

-

1.630

4.738

12.604

40.317

2002

5.815

19.676

4.560

15.802

718

2.426

-

-

1.730

4.325

12.823

42.229

tab.4 Superfici e produzioni di mais da granella in Campania (2002)

Avellino

Benevento

Caserta

Napoli

Salerno

Campania

Sup.

ha

Prod.

t

Sup.

ha

Prod.

t

Sup.

ha

Prod.

t

Sup.

ha

Prod.

t

Sup.

Ha

Prod.

t

Sup.

ha

Prod.

t

4.320

16.880

6.360

33.061

9.995

86.350

1.302

10.281

2.554

19.155

24.531

165.727


MENU
Aggiornamento novembre 2003
Attività, Progetti