Menu

icona di acrobat Regolamento di riconoscimento e Disciplinare di produzione (REG. UE N. 97/2010 - 04.02.10) - pdf 1.4 Mb

PIZZA NAPOLETANA VERACE ARTIGIANALE

pizza napoletana

Si può dire che la pizza sia il piatto più diffuso al mondo e, certamente, uno dei più apprezzati. La pizza in sé ha origini antichissime e le ipotesi riguardanti la sua provenienza geografica e l’etimologia del suo nome sono numerose e tutt’oggi molto incerte. Quello che si sa per certo è che è a Napoli che a questo piatto ha raggiunto l’eccellenza, facendo sì che oggi “pizza” e “pizzeria” siano le parole italiane più conosciute al mondo, e che la pizza sia diventato un vero e proprio simbolo della città. Nonostante oggi esistano molteplici condimenti differenti, quella che individuiamo come la pizza napoletana verace ed artigianale è certamente nata dopo il ‘700, dopo cioè, che si apprezzò e si diffuse l’uso dei pomodori in cucina, ortaggi che, importati dalle Americhe, all’inizio venivano considerati molto nocivi. I pomodori costituiscono il condimento fondamentale per la preparazione della vera pizza, presenti insieme all’olio di oliva e all’origano nella Marinara e all’olio d’oliva, la mozzarella ed il basilico nella Margherita, la pizza tricolore inventata nell’800 in onore della regina Margherita di Savoia. Certamente, oltre alla genuinità degli ingredienti del condimento, è fondamentale quella degli ingredienti dell’impasto: acqua, lievito di birra fresco e sale marino e che devono essere lavorati accuratamente e poi lasciati lievitare una prima volta. Alla formatura e allo staglio segue una seconda lievitazione, che precede un’ulteriore fase di lavorazione, durante la quale la pizza viene spianata e condita e, infine, cotta nel forno a legna. Quella della preparazione della pizza verace è considerata una vera e propria arte, della quale, al di là delle origini geografiche, la città di Napoli si è guadagnata la paternità.

english flag Pizza is one of the most widely-spread and popular dishes in the world. Pizza’s origins are very old and there’s many different and uncertain theories on its geographical place of origin and etymological meaning. What is certain is that Pizza reached its perfection in Naples, so that today “pizza” and “pizzeria” are the most known Italian words in the world. Pizza has become one of the city’s symbols. Although today there are many different kinds of dressings, the original Neapolitan pizza was created after the 18th century, and therefore after tomatoes were imported from America and, after been considered harmful for a while, started to be appreciated in cooking. Tomatoes are the main ingredients of the real pizza, together with olive oil and oregano in the Marinara and olive oil, mozzarella and basil in the Margherita, the three coloured pizza invented in the 19th century to gratify Queen Margherita di Savoia. Very important as well are the ingredients for the dough: water, fresh beer yeast and sea salt. After a first levitation and a second levitation the dough is spread out and covered with dressings and baked in the wood fire oven. Pizza making is considered a work of art and although the origins are uncertain, Naples has earned its authorship.